Istruzioni per l'uso

Un buon modo per farsi un'idea dell'argomento trattato in questo blog è visionare il documentario "La Moneta come Debito". Per chi volesse approfondire ho stilato una breve lista di fonti sugli argomenti signoraggio/sovranità monetaria. La potete trovare nel post "Bibliografia Essenziale". L'elenco è in costante aggiornamento.

I commenti non sono moderati, siete liberi di esprimervi nel modo che ritenete più opportuno. Ognuno è responsabile del suo pensiero, io rispondo solo delle parole scritte di mio pugno.

Benvenuti,
(ersandro@gmail.com)

Prima di esprimere qualunque dubbio o giudizio vi consiglio di leggere i seguenti post. Potreste trovare le risposte alle vostre domande.

F.a.q.-Parte Prima (Le banche commerciali emettono moneta?)
F.a.q.-Parte Seconda (Da dove prende valore la moneta?)
F.a.q.-Parte Terza (Esiste una soluzione?)

mercoledì 15 ottobre 2008

Manie di protagonismo

Una volta apparsi in video non se ne può proprio più fare a meno.

Buona visione.

Di chi è la banca d'Italia - Parte Prima



Di chi è la banca d'Italia - Parte Seconda

10 commenti:

Sonic Young ha detto...

Ciao, una domanda: perchè nella relazione di bilancio dell' a.p. invece quel valore (parlo delle banconote in circolazione) è in attivo?
Grazie SY

ErSandro ha detto...

Scusami, non capisco cosa intendi con a.p.

Sonic Young ha detto...

Scusa tu. intendo la relazione di bilancio dell'anno precedente. 2006, quindi. Ciau

ErSandro ha detto...

In realtà non è nell'attivo. Conta che quello che guardi è solo un prospetto che, in quel caso specifico, si limita a dare i valori assoluti. Se scorri il documento, alla pagina 17, troverai il passivo dello stato patrimoniale e la voce "banconote in circolazione".

Un saluto.

Anonimo ha detto...

ma la cosa più bella è che, come si legge anche sul sito nella sezione Vigilanza, "La Banca d’Italia vigila sulle banche".
Chi controlla chi?

Baci!
Claudia M.

Anonimo ha detto...

quindi i reddito da signoraggio finisce nelle tasche di privati,ed è una cifra enorme, dico bene?
Vale così anche in america con la fed?
Saluti.
Giorgio

c3cio ha detto...

Gran bel video il tuo ! E comunque ho visto gli altri post e sono tutti molto interessanti, quello che andrebbe approfondito è il fatto che la moneta viene emessa dalla BCE pertanto i profitti vanno alla BCE che come sappiamo è formata dalle banche centrali delle diverse nazioni UE e i profitti pertanto vanno ripartiti tra le diverse nazioni....non si spiega il perchè di questi profitti ne beneficia ad esempio la Banca d'Inghilterra nonostante non abbia l'euro
Cmq gran bel blog

ErSandro ha detto...

In Italia e negli USA la situazione è simile dato che, in entrambi i casi, la banca di emissione è posseduta da privati.

Sull'ammontare del reddito da signoraggio la questione è aperta. Personalmente ritengo che sia nell'interesse dei suoi titolari non incassarlo (dato che il denaro necessario non esiste nell'economia) ma di mantenerlo sotto forma di credito. Si tratta di controllo: quando possiedo un credito nei confronti di qualcuno, che quindi mi è debitore, egli non è più libero.

Immaginiamo che qualcuno ci abbia prestato dei soldi. Il nostro creditore, dietro lo spauracchio della riscossione, ne approffitta per chiederci una serie di favori. Detto in altre parole finché non estinguiamo il debito non potremo decidere in autonomia.

A livello nazionale la situazione è aggravata dal fatto che il debito pubblico è inestinguibile per il semplice motivo che aumenta ogni volta che viene creato nuovo denaro.

Un discorso a parte lo merita la bce, ma rimando l'esposizione delle mie riflessioni ad un altro momento dato che intenzione di scrivere un nuovo articolo sull'argomento.

Un saluto a tutti.

Anonimo ha detto...

Quindi il signoraggio origina dei crediti di cui beneficiano i privati.
Mi era venuto questo dubbio perchè non riesco a cogliere come mai Lehman Brothers (azionista della fed) nonostante questo credito sia fallita.
Saluti,Giorgio

ErSandro ha detto...

Hai toccato un punto importante.

Il reddito da signoraggio si basa su di un debito inestinguibile e perennemente in crescita. Tutti i profitti derivanti dall'emissione di moneta (cartacea o creditizia) sono rappresentati dalla possibilità di vantare un credito nei confronti di qualcuno. Non si tratta, quindi, di una ricchezza corrispondente alla creazione di un valore reale, ma solo di una convenzione giuridica.

Detto questo è logico aspettarsi che, prima o poi, qualcuno non riuscirà ad onorare il proprio debito. Più il tempo passa più aumenta il numero degli insolventi, dato che anche il debito cresce costantemente.

Questo è il motivo per cui sono convinto che l'attuale sistema economico sia destinato a collassare.

In questo panorama è perfettamente normale che qualche banca fallisca. Anzi, non stupisce il fatto che le prime a fallire siano le più grandi, dato che sono quelle che, avendo prestato più delle altre, si sono esposte maggiormente al rischio dell'insolvenza da parte dei debitori. Proprio come è successo per i mutui subprime.

Spero di essere stato chiaro, ma considera che questo argomento sarà sicuramente oggetto di articoli e video futuri.

ErSandro