Istruzioni per l'uso

Un buon modo per farsi un'idea dell'argomento trattato in questo blog è visionare il documentario "La Moneta come Debito". Per chi volesse approfondire ho stilato una breve lista di fonti sugli argomenti signoraggio/sovranità monetaria. La potete trovare nel post "Bibliografia Essenziale". L'elenco è in costante aggiornamento.

I commenti non sono moderati, siete liberi di esprimervi nel modo che ritenete più opportuno. Ognuno è responsabile del suo pensiero, io rispondo solo delle parole scritte di mio pugno.

Benvenuti,
(ersandro@gmail.com)

Prima di esprimere qualunque dubbio o giudizio vi consiglio di leggere i seguenti post. Potreste trovare le risposte alle vostre domande.

F.a.q.-Parte Prima (Le banche commerciali emettono moneta?)
F.a.q.-Parte Seconda (Da dove prende valore la moneta?)
F.a.q.-Parte Terza (Esiste una soluzione?)

domenica 28 dicembre 2008

Intermezzo II

In questo periodo natalizio e di feste vi propongo un altro testo tradotto. Tornerò al più presto a scrivere materiale originale. Per adesso spero che questi articoli siano spunto di riflessione per voi come lo sono stati per me.

Questo articolo ha catturato la mia attenzione dato che tratta di una formula di rifinanziamento dei debiti molto pubblicizzata anche nel nostro paese. Per la serie “nessuno ti regalerà mai niente” e “se una cosa sembra troppo bella per essere vera, probabilmente non lo è”.

Per i proprietari di casa disperati abbondano le truffe

CBS notizie della sera: come una compagnia che promette aiuto sta costando ad una donna il suo sogno ameriano

Dec. 27, 2008 | by Bill Whitaker

(CBS) La California è stata in testa alla nazione per pignoramenti il mese scorso e gli artisti della truffa sembrano essere usciti fuori dal legno (suppongo che ci sia un gioco di parole riferito alle tarme) per ingannare i proprietari di casa disperati, così riferisce il corrispondente della CBS Bill Whitaker.

La casa di Alexandria Craig è piena di memorie. Era la casa dei suoi genitori e la ereditò quando morirono. C'è una foto di suo nonno sulla mensola del caminetto.

Ora sta per perdere quella casa dopo aver contratto una serie di prestiti ad alto interesse che l'hanno lasciata in un debito senza speranza. Lei dice che i prestiti “aiutavano a bilanciare ciò che non era sufficiente” per i pagamenti.

Il suo salario da assistente legale per la contea di Los Angeles non era sufficiente. Disperata nel tentativo di mantenere la proprietà della casa rispose ad un annuncio che suonava astuto e che risultò troppo buono per essere vero.

Craig accettò di pagare 30.000$ e di condividere la proprietà di casa sua con una compagnia che si occupa di pignoramenti. La compagnia disse che avrebbe utilizzato la loro quota di casa sua per pagare i suoi debiti e che il suo credito sarebbe stato saldato. Lei pensava che dopo un anno avrebbe riavuto la sua casa indietro.

L'accordo della compagnia assicurava che i clienti avevano “una quota sufficiente della casa” per “pagare le passività”, “saldare il credito attuale”, e cosa più importante che “sarebbero rimasti nella casa senza altri problemi e preoccupazioni.”

Si tratta di una classica truffa finalizzata al pignoramento, dice l'avvocato Debra Zimmerman.

“Dovrebbe esserci un'enorme bandiera rossa per chiunque offra di fare una cosa del genere a pagamento, dato che non c'è motivo di pagare per un aiuto,” dice Zimmerman, dei servizi legali Bet Tzedek. “Le modifiche dei prestiti possono essere fatte gratuitamente.”

Nella tipica truffa il proprietario di casa cede la proprietà ad un terzo soggetto che promette di applicare un tasso di interesse più basso sul mutuo. Quello che spesso succede è che il soggetto terzo incassa la partecipazione nella casa, trasformando il proprietario in un affituario.

“Questo è il sogno americano, e lo stanno perdendo. Quacuno si presenta per venirgli in soccorso,” dice la Zimmerman. “Si tratta di una truffa molto, molto invitante.”

In California le vittime di questa truffa sono talmente tante che il Procuratore ha istituito un'allerta per i consumatori.

Ma l'avvertimento è arrivato troppo tardi per Alexandria Craig. Casa sua è in fase di pignoramento e la prossima settimana dovrà affrontare lo sfratto. Sia la compagnia di pignoramento che la banca pignorante negano qualunque malefatta.
“Ti senti come se stessi affogando e nessuno ti stia mandando una scialuppa di salvataggio,” dice la Craig sospirando.

In mancanza di un miracolo, la Craig dice che si trasferirà nella sua macchina la prossima settimana, perdendo le sue memorie di famiglia e il suo sogno americano.

Traduzione di ErSandro.

Articolo originale: http://www.cbsnews.com/stories/2008/12/27/eveningnews/main4687773.shtml?source=RSSattr=HOME_4687773

mercoledì 17 dicembre 2008

Intermezzo

Oggi ho deciso di riportare un articolo che ha catturato la mia attenzione. Si tratta di un monito a non dare nulla per scontato, anche quando parliamo di uno strumento che ad una prima occhiata può sembrare libero ed indipendente come internet. Fate attenzione a quello che leggete, mettete tutto in dubbio, soprattutto quando il vostro interlocutore sembra difendere il potere costituito. Buona lettura.

N.B= “Spin doctor” è un termine inglese che letteralmente vuol dire : “persona incaricata di presentare le scelte di un partito politico sotto una luce favorevole”. Una buona traduzione in Italiano potrebbe essere “manipolatore di immagine”, anche se non rende completamente l'idea. Non potendo essere più preciso ho deciso di mantenere il termine originale.


16/12/2008

Gli “internet spin doctors” della Cina

di Michael Bristow
BBC News, Beijing

La Cina sta utilizzando un numero crescente di commentatori su internet in un sofisticato tentativo di controllare l'opinione pubblica.

Questi commentatori sono utilizzati dai dipartimenti del governo per perlustrare Internet alla ricerca di cattive notizie e, quindi, negarle.

Postano su siti e forum commenti che rigirano le cattive notizie mostrandole come buone in un tentativo di formare l'opinione pubblica.

I leaders cinesi sembrano consapevoli che Internet – l'unico forum pubblico dove i punti di vista possono essere espressi liberamente – richiede grandi attenzioni.

E' da molto tempo che i leaders del Partito Comunista cinese cercano di influenzare l'opinione pubblica controllando ciò che i media possono riportare.

Questa politica è stata estesa ad Internet, e molti siti sono stati bloccati da un sistema che alcuni hanno soprannominato “il grande Firewall cinese”.

Voci ed opinioni

Ma il Cyberspazio – dove i punti di vista possono essere espressi istantaneamente ed in via anonima – non è facile da controllare come i mezzi di informazione tradizionali.

Commenti, voci ed opinioni possono diffondersi velocemente tra i gruppi di Internet in un modo che rende difficile la censura da parte del governo.

Così invece di cercare semplicemente di impedire alle persone di avere la libertà di parola, il governo sta anche cercando di cambiare il modo in cui pensano.

Per fare questo utilizzano dei commentatori su Internet ideologicamente solidi ed addestrati in modo speciale.

Sono stati soprannominati “il partito dei 50 centesimi” perché questo è quanto si ritiene siano pagati per ogni singolo post positivo (50 centesimi cinesi; $0.07; £0.05).

"Quasi tutti i dipartimenti del governo hanno a che fare con critiche che sono al di là del loro controllo,” dice Xiao Qiang, dell'Università della California a Berkeley.

“Non c'è molto che possano fare, oltre all'organizzare i propri spinning team per svolgere le loro pubbliche relazioni,” dice il professore di giornalismo, che sorveglia la Cina.

Spin machine (letteralmente centrifuga, vedi anche la nota iniziale)

In un documento rilasciato dall'ufficio di pubblica sicurezza nella città di Jiaozuo nella provincia di Henan ci si vanta del successo di questo tipo di approccio.

Il documento riporta la storia di un cittadino scontento che dopo essere stato punito per un'infrazione stradale aveva postato su di un sito un commento negativo sulla polizia.

Uno dei commentatori dell'ufficio riportò questo post alle autorità nell'arco di meno di 10 minuti dal momento in cui era apparso.

L'ufficio, quindi, cominciò a “rigirare” (spin), utilizzando più di 120 persone per postare i loro commenti che hanno modificato nettamente il dibattito.

“Dopo venti minuti, la maggior parte dei post supportava la polizia – in effetti molti degli utenti avevano iniziato a condannare il commentatore originale,” dice il documento.

Questi formatori di opinioni su internet devono, ovviamente, mostrare lealtà e supporto alle autorità.

Hanno anche bisogno di altre capacità, come chiarisce un documento proveniente dal dipartimento di igiene nella città di Nanning nella provincia di Guangxi.

“[Essi] hanno bisogno di possedere qualità politiche e professionali relativamente buone, e devono avere spirito pionieristico ed intraprendente,” dice il documento.

E' necessario che essi siano anche in grado di reagire rapidamente, prosegue.

“Decine di migliaia”

La pratica di assumere questi commentatori è partita un paio di anni fa da un governo locale che trovava difficile controllare l'opinione pubblica.

Non potevano fare affidamento su Beijing per monitorare e bloccare ogni singola notizia riguardante i dintorni, così se ne uscirono con la loro soluzione personale.

I commentatori di Internet si sono ormai diffusi, sostengono gli esperti. Alcuni stimano che oggi ce ne siano decine di migliaia.

Ci sono anche resoconti su centri speciali che sono stati predisposti per addestrare il nuovo esercito di “spin doctors” di internet.

Il loro lavoro è più importante di quanto potrebbe essere in qualunque altro posto del mondo.

“Politicamente, la rete è più importante in Cina di quanto sarebbe in altre società perché è l'unico spazio pubblico dove le persone si possono esprimere,” dice il professor Xiao.

Questo punto non è sfuggito al presidente cinese Hu Jintao.

Quando precedentemente quest'anno ha chattato online in un forum di internet disse che era importante dare il via ad “un nuovo percorso per l'indirizzamento dei media” su Internet.

Il team di commentatori sponsorizzati dallo stato ha molto lavoro di fronte.


Traduzione di ErSandro

Articolo originale:
http://news.bbc.co.uk/2/hi/asia-pacific/7783640.stm