Istruzioni per l'uso

Un buon modo per farsi un'idea dell'argomento trattato in questo blog è visionare il documentario "La Moneta come Debito". Per chi volesse approfondire ho stilato una breve lista di fonti sugli argomenti signoraggio/sovranità monetaria. La potete trovare nel post "Bibliografia Essenziale". L'elenco è in costante aggiornamento.

I commenti non sono moderati, siete liberi di esprimervi nel modo che ritenete più opportuno. Ognuno è responsabile del suo pensiero, io rispondo solo delle parole scritte di mio pugno.

Benvenuti,
(ersandro@gmail.com)

Prima di esprimere qualunque dubbio o giudizio vi consiglio di leggere i seguenti post. Potreste trovare le risposte alle vostre domande.

F.a.q.-Parte Prima (Le banche commerciali emettono moneta?)
F.a.q.-Parte Seconda (Da dove prende valore la moneta?)
F.a.q.-Parte Terza (Esiste una soluzione?)

venerdì 13 marzo 2009

Genius Seculi

Buona visione.











15 commenti:

dmonax ha detto...

ottimi video (peccato ci hanno messo grill0 ...)

solo una domanda:
nel secondo video dice che la "base monetaria" si stimi essere composta solo dal 10% da denaro fisico..

ma la base monetaria non è per defizione solo la moneta fisica?
Forse voleva dire massa monetaria?
Sono i depositi bancari creati dalle banche commerciali ad esser"virtuali", no?

grazie ciao!

Alessandro Pivetti ha detto...

Tremonti bond/ Qualcuno si è dimenticato di Basilea2
http://www.affaritaliani.it/economia/tremonti11032009_pg_1.html

Draghi dice no a Tremonti
"Niente prefetti nelle banche"
http://www.repubblica.it/2009/03/sezioni/economia/crisi-21/draghi-no-prefetti/draghi-no-prefetti.html1

ADESSO SAPPIAMO CHI COMANDA....

Nessuno di noi aveva mai avuto dubbi.

-=Tanner ha detto...

Bravi ragazzi, bravo sandro.

Sono quasi sicuro che un giorno ci incontreremo tutti.

ErSandro ha detto...

Dmonax, sulla natura della base monetaria è difficile trovare dati specifici, quel passo del video si limita a tradurre testualmente l'originale Zeitgeist Addendum.

Tanner, perché no, in fondo è l'unione che fa la forza.

Grazie ad entrambi,
ErSandro.

Anonimo ha detto...

ciao ErSandro
nel video si accenna al fatto che
nel mondo, la
maggior parte delle banche sono private.
Quali sono controllate dallo stato?
In quali paesi c'è sovranità monetaria
e quindi sovranità politica?
Grazie per il tuo impegno costante.
Un saluto
Roberto

ErSandro ha detto...

Questo è un punto delicato. Nel video si parla di controllo da parte di privati che non sempre (come succede in Italia) corrisponde a proprietà.

Faccio un esempio: in Francia la Banca Centrale è nazionale, ma ciò non vuol dire che i Francesi possano esercitare una qualche forma di sovranità monetaria. Questa non si ottiene con una BC pubblica, ma con una moneta che nasce libera da debito.

Bisogna anche considerare che nelle alte sfere il confine tra pubblico e privato sparisce dato che a gestire entrambe le forme di potere sono sempre i "soliti noti".

Non dimentichiamo poi che la Banca Centrale è responsabile dell'emissione del solo 10% (in media) della moneta circolante. Il restante 90% viene emesso tramite il credito da banche commerciali private a tutti gli effetti come (in Italia) Unicredit, BNL, ecc.

Sempre nel video si parla della "maggior parte delle banche" per il semplice motivo che non siamo onniscienti ed è possibile che esista qualche piccolo paesino che faccia eccezione. Io comunque non ne conosco nessuno.

Grazie per i complimenti e a presto.
ErSandro.

Anonimo ha detto...

io sono ignorante in materia... ma quei video mi hanno fatto rabbrividire. complimenti.

System Failure ha detto...

Veramente un ottimo lavoro questo.
Ottima anche l'idea di diffondere il DVD. Era proprio quello che ci voleva. Un documentario sul signoraggio in lingua italiana che mi ha anche entusiasmato in alcuni frangenti, per l'italiota medio che non è assolutamente disposto a leggere dei sottotitoli.
Per me è già un cult.
Bravi tutti e grazie ancora!

Michele ha detto...

Per chi vuole scaricare il video in qualità migliore e guardarlo offline:

http://www.megaupload.com/?d=YXB4E430
http://www.megaupload.com/?d=KX0L5VE0
http://www.megaupload.com/?d=TX861EYL
http://www.megaupload.com/?d=BJ5ENYK9

Helkost ha detto...

ma scusate...

io sapevo che , anche se il denaro (come pezzo di carta) non è più convertibile in oro, esso adesso è ricollegabile al lavoro prodotto. Quindi, se una nazione lavora producendo una quantità di ricchezza, circolerà una quantità corrispondente di denaro. Si può produrre più (inflazione) o meno (deflazione) denaro, ma la quantità di ricchezza prodotta quella è, e se una banca iniziasse a produrre denaro a gogo, il valore dello stesso cadrebbe a livelli infimi. Non discuto sul sistema effettivo con cui il denaro è prodotto, dico solo che il suo valore è effettivamente ancorato a qualcosa.

Valentina

Anonimo ha detto...

Io sto facendomi ancora un idea ben precisa, ho bisogno di studiare un'altro pò la materia, ma una cosa è certa: questo è un argomento che va discusso, non va abbandonato. Come si stava facendo in questi post collegati a questo stupendo documentario. C'è stato poi uno stallo di 2 anni, fino al post di Valentina. In questi 2 anni qualcosina è successa, si è vista un'America un pò in difficoltà ed un'Europa non proprio unità sotto l'aspetto economico e politico. Ma ho notato una cosa, almeno in Italia, una mancanza fondamentale: un leader. Una persona che sia pronta a prendere il controllo della situazione, di farci unire le forze e creare uno stato che faccia gli interessi di se stesso, ovvero del popolo e non di chissà quale casta di illuminati... Internet in questo momento storico ci offre la possibilità di creare scuole di pensiero senza confini materiali o fisici, ed è per questo che bisogna continuare a discuterne, post su post, confronti tra persone ed ideologie, in modo da trovare il giusto modo per cambiare la situazione...

Anonimo ha detto...

Sono arrivato alla conclusione che ormai la società moderna ha bisogno delle Moneta e delle Banche nel loro termine più pratico. Ma in questa grande piramide i quali benefici sono orientati verso la sua punta, non potrebbero questi benefici venire dall'alto verso il basso?
Nel simbolo associato agli illuminati mi pare esserci una fonte in cima alla piramide, dalla quale la piramide stessa attinge la sua ricchezza...

Anonimo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=kRwEciZtO9c

mi chiamo saverio. premetto di non aver iniziato a leggere tutte le 3 parti, lo farò non appena avrò del tempo libero! comunque il link sopracitato è di qualcuno che cerca di renderci noto che la riserva frazionaria non crea nuova moneta, e non può essere quindi considerata forma di signoraggio! sinceramente sono molto interessato su questo argomento, tant'è che vado continuamente alla ricerca di informazioni, per puro interesse personale, per non vivere passivamente e lavorare per dei parassiti! tornando al video, ritengo che il ragionamento di quest'uomo non faccia una piega, vorrei comunque sapere da altri cosa ne pensano, o dove sbaglia... vi ringrazio anticipatamente per la vostra disposizione!!

Domenico Picone ha detto...

La Banca crea il denaro, lo presta e lo rivuole indietro con gli interessi. Il punto essenziale non è l'interesse applicato, bensì che crei dal nulla la moneta come qualsiasi falsario e dopo la addebita a colui che la riceve per primo. In tal modo tutta la ricchezza creata dalle banche (destinata a rientrare nelle sue casse) corrisponde al debito del popolo. Grazie per i video.

Domenico Picone ha detto...

./. Il debito pubblico nasce dall'accordo Stato-Banche per fregare il popolo. La moneta, infatti, avrebbe dovuto essere stampata esclusivamente dallo Stato in rapporto ai beni prodotti nella Nazione ed essere accreditata (non addebitata come avviene ora) sui conti dei primi percettori. Ovvero, il debito pubblico in mano alle banche è in realtà il credito monetario che il popolo ha verso le banche e il credito morale verso la classe politica che lo ha permesso. La consapevolezza è il primo passo ma occorrerebbe far seguire azioni a grande raggio sui mass media (che sono in mano alle banche) e quindi?