Istruzioni per l'uso

Un buon modo per farsi un'idea dell'argomento trattato in questo blog è visionare il documentario "La Moneta come Debito". Per chi volesse approfondire ho stilato una breve lista di fonti sugli argomenti signoraggio/sovranità monetaria. La potete trovare nel post "Bibliografia Essenziale". L'elenco è in costante aggiornamento.

I commenti non sono moderati, siete liberi di esprimervi nel modo che ritenete più opportuno. Ognuno è responsabile del suo pensiero, io rispondo solo delle parole scritte di mio pugno.

Benvenuti,
(ersandro@gmail.com)

Prima di esprimere qualunque dubbio o giudizio vi consiglio di leggere i seguenti post. Potreste trovare le risposte alle vostre domande.

F.a.q.-Parte Prima (Le banche commerciali emettono moneta?)
F.a.q.-Parte Seconda (Da dove prende valore la moneta?)
F.a.q.-Parte Terza (Esiste una soluzione?)

giovedì 19 marzo 2009

Messaggio Promozionale

Sono fiero di annunciare che il video "Genius Seculi" verrà trasmesso integralmente all'interno del programma "Rebus" di Odeon Tv durante la puntata in onda dalle ore 22.00 del 27 aprile 2009.

Un grazie al conduttore Maurizio Decollanz per la sua disponibilità ed il coraggio che ha dimostrato nel voler affrontare un argomento tanto importante ed allo stesso tempo così poco conosciuto.

Un passo alla volta...

ErSandro.

14 commenti:

Anonimo ha detto...

E' una buona notizia solo se approfondiranno i contenuti di questo video ben fatto. Altrimenti è tempo sprecato.

Coldrept23.

ErSandro ha detto...

In teoria l'intera puntata dovrebbe essere dedicata all'argomento.

Incrociamo le dita e stiamo a vedere.

ErSandro.

Alessandro ha detto...

Ciao. ho trovato un tuo video in youtube ed ho deciso di fare una capatina al tuo blog. Ho visto che aderisci al primit. E' una possibilità che ho scartato qualche anno fa perchè non credo che la soluzione sia un partito e perchè non amo molto i toni della comunicazione che un tale Pascucci e altri usano rivolgere a coloro non condividono certe loro posizioni nei confronti di certe branche dell'anti-politica (vera o finta che si ritenga questa sia). Ti segnalo una soluzione DI FATTO che ho reputato più vicina al mio modo di pensare ed agire attraverso il seguente link:
http://cms.arcipelagoscec.net/
Spero ti sia gradito e che vorrai dirmi cosa ne pensi.

ErSandro ha detto...

Dire che il PRIMIT è un partito può essere dovuto solo a due elementi: scarsa informazione o malafede. Si tratta di un'associazione che ha come unico scopo l'organizzazione di eventi e la produzione/distribuzione di materiale aventi come oggetto il signoraggio bancario. Niente di più e niente di meno.

Conosco l'associazione Arcipelago SCEC e concordo sul fatto che l'uso di una moneta complementare possa aiutare la gente ad arrivare a fine mese, dove trovo carenze è sul piano informativo/divulgativo. Molte delle persone che utilizzano lo SCEC non capiscono a fondo i meccanismi del sistema e le loro ripercussioni. Non penso che le due tipologie di iniziativa si escludano l'una con l'altra, anzi. Muovendosi su più fronti contemporaneamente (pratico e divulgativo) si possono ottenere i risultati migliori.

Non entro nel merito delle polemiche che si sono scatenate tra Pascucci e i sostenitori dello SCEC, sono cose che non mi riguardano e, soprattutto, non mi interessano.

Il PRIMIT è una realtà che mi permette di fare ciò che comunque farei (divulgazione gratuita per chi la riceve) all'interno di una realtà organizzata.

Ti ringrazio comunque per la segnalazione e mi auguro che, un giorno, riusciremo ad affrancarci dal sistema della moneta-debito.

ErSandro.

-=Tanner ha detto...

Riporto un post di Beppe Grillo:

"Il capitale è arrivato ovunque, ma non in Africa. Un continente senza capitali e con enormi risorse. Chi ha il capitale compra le risorse, ma chi le vende rimane senza capitale e senza risorse. Dov'è il trucco? L'Africa ha subito il colonialismo, poi lo sfruttamento delle sue materie prime e oggi l'esproprio del suo territorio. La Corea e la Cina fanno shopping di immensi terreni agricoli africani, equivalenti a Stati europei. Il governo del Madagascar è saltato dopo una tentata vendita di parte del suo territorio alla Daewoo.
I soldi non si mangiano. Sono un bene immateriale, metafisico, che si può creare dal nulla. Il denaro si crea, le risorse si distruggono e l'Africa è un bene di consumo. Si ipotizza che il 30% delle riserve minerarie e metallifere del pianeta siano in Africa. Se fino ad ora dal continente africano sono stati depredati oro, diamanti, uranio, manganese, nichel e cobalto, in futuro si prenderanno mais, soia, grano per sfamare il mondo e lasciar morire di fame gli africani. Si compra la terra o la si affitta grazie a un governo corrotto, gli indigeni la lavorano, gli stranieri mangiano i suo i prodotti. Chi ha la terra e l'acqua vivrà solo se ci sarà una banca nazionale nei paraggi. Il capitale non si può mangiare ma è ottimo per affamare il prossimo.
Alle frontiere non è più necessario schierare gli eserciti, basta la capitalizzazione delle banche nazionali. Per combattere la guerra mondiale i titoli tossici di esportazione valgono più delle bombe atomiche. Li immetti nelle banche estere e lo Stato fallisce come è successo in Islanda, come sta per succedere in Ucraina. Solo il capitale può difenderci dal capitale in un sistema capitalista. Forse è il caso di cambiare sistema. In Italia mangeremo cemento, stiamo distruggendo la nostra agricoltura. in compenso non abbiamo capitali, ma debiti. Moriremo di fame, ma con le centrali nucleari, il Ponte di Messina e una stanza in più. Vuoi mettere la soddisfazione?"


Volevo sottolineare come, un passo alla volta, anche Beppe Grillo inizi a mettere tra le righe delle dichiarazioni abbastanza pesanti che noi tutti conosciamo bene.. "Il denaro si crea dal nulla".

Saluti

Alessandro ha detto...

Agli albori la P. di Primit stava per partito. Adesso è diventata programma, sono andato a verificare. Non avevo aggiornato la MIA di informazione, rispetto all'argomento, escluderei la malafede, ma il dubbio è legittimo.
Ciao e Grazie.

Alessandro ha detto...

Ti lascio questo link a riprova che le fonti sul primiti non sono ancora pienamente aggiornate:
http://www.signoraggio.com/signoraggio_primit.html

ErSandro ha detto...

Quello che hai linkato è il manifesto di un partito Inglese (The Money Reform Party) postato prima della fondazione del PRIMIT, quando si stava ancora discutendo sulla forma che avrebbe in seguito acquisito.

Ti assicuro che non è mai stato un partito, l'idea è stata subito bocciata.

Chiarito il fraintendimento mi scuso se sono sembrato aggressivo, non era mia intenzione.

Un in bocca al lupo per le tue iniziative e a presto.

ErSandro.

Anonimo ha detto...

Ciao Sandro,
Leggo il tuo interessante blog da qualche settimana e anzitutto ti faccio doverosi complimenti.
Scrivo perchè sto cercando di capire il meccanismo della riserva frazionaria ma sono incappato in versioni discordanti del problema con conseguente confusione del sottoscritto.

In base a quanto viene detto in Zeitgeist addendum,con una riserva al 10% per ogni 100 euro depositati se ne possono creare(e poi prestare) fino a 90.
Secondo quest'altra fonte
Link
con una riserva sempre al 10% per ogni 100 depositati se ne possono generare dal nulla fino a 900.
Qual'è la versione giusta?

Se come penso la versione giusta è quella di Zeitgeist allora non capisco come mai si dice che i nostri risparmi depositati vengano prestati e non siano realmente disponibili per intero nel caso vorremmo andare a ritirarli:se io infatti deposito 100 euro e la banca tramite il meccanismo della riserva ne può prestare 90,che però sono creati e non vengono stornati come si dice in Zeitgeist dai 100 iniziali,allora i miei 100 sono sempre li,intatti.
Faccio confusione?
Grazie per le delucidazioni.

Francesco

ErSandro ha detto...

La versione corretta è la seconda che proponi, e se guardi bene è la stessa che trovi in Zeitgeist.

Se il deposito è di 100€ si possono creare 90€ al primo passaggio. Una volta che questi saranno depositati in un altro c/c diverranno nuova riserva. Questo fatto darà il via ad un secondo passaggio nel quale saranno creati 81€. E via così fino ad arrivare ai famosi 900€.

Si tratta di un processo ricorsivo. Se cerchi su youtube il mio video "Il libro di economia ed il signoraggio" troverai un'ulteriore spiegazione di questo fenomeno.

Saluti,
ErSandro

Do ut Des ha detto...

Ma la puntata del 13 Aprile prevede la versione sottotitolata integrale, non quella adattata in italiano?

ErSandro ha detto...

Sì. Il 13 aprile andrà in onda Zeitgeist: Addendum in versione integrale con i sottotitoli.

Genius Seculi verrà trasmesso il 27.

Anonimo ha detto...

Gentile ErSandro trovo la tematica del signoraggio bancario molto interessante, o meglio inquietante, ma che fare?
Per quanto si possa unirsi attraverso l'associazionalismo concretamente quali possono essere le soluzioni concrete al sistema economico attuale, che sembra essere inevitabilmente fallimentare?
Dopo la Manovra Monti, con l'obbligo di utilizzare moneta elettronica per effettuare transizioni sopra i 1000 euro, l'obbligo di avere un conto corrente per ricevere persino la pensione! è in atto una silenziosa evoluzione... quale soluzione? un improbabile rivoluzione? Te lo chiedo perchè ho cercato di comprendere il problema, ma compresa la gravità della cosa devvero non trovo soluzioni concrete proponibili se non creare un nuovo sistema economico più ecuo... ma come?

Grazie del tuo pensiero competente, mi ha permasso di chiarire alcuni dubbi che avevo, tuttavia non ho capito na cosa: la banca d'italia costituita da capitali di banche private per il 95% non distribuisce dividendi degli utili ai soci, e le sue azioni sono disponibili al pubblico oppure come la FED non sono piazzabili sul mecato?
Grazie di un eventuale risposta

ErSandro ha detto...

Anonimo, grazie per i complimenti.

Per quanto riguarda le soluzione sappi che già esistono delle proposte, ma sarà impossibile attuarle fino a quando non avranno il supporto dell'opinione pubblica.

A brevissimo caricherò su youtube e condividerò anche su queste pagine l'intervento tenuto a Montegrotto dal prof. Joseph Huber che verte proprio su di una proposta di riforma.

Riguardo l'ultima domanda che mi fai, la BdI trattiene parte dell'interesse e gira il resto allo stato, il suo capitale sociale non è diviso in azioni ma in quote e queste non sono disponibili sul mercato. Ogni trasferimento di suddette quote è regolamentato dallo stesso statuto che stabilisce i modi e le regole secondo cui questo processo può avvenire.

Un saluto,
Alessandro