Istruzioni per l'uso

Un buon modo per farsi un'idea dell'argomento trattato in questo blog è visionare il documentario "La Moneta come Debito". Per chi volesse approfondire ho stilato una breve lista di fonti sugli argomenti signoraggio/sovranità monetaria. La potete trovare nel post "Bibliografia Essenziale". L'elenco è in costante aggiornamento.

I commenti non sono moderati, siete liberi di esprimervi nel modo che ritenete più opportuno. Ognuno è responsabile del suo pensiero, io rispondo solo delle parole scritte di mio pugno.

Benvenuti,
(ersandro@gmail.com)

Prima di esprimere qualunque dubbio o giudizio vi consiglio di leggere i seguenti post. Potreste trovare le risposte alle vostre domande.

F.a.q.-Parte Prima (Le banche commerciali emettono moneta?)
F.a.q.-Parte Seconda (Da dove prende valore la moneta?)
F.a.q.-Parte Terza (Esiste una soluzione?)

mercoledì 29 luglio 2009

Consapevolezza zero...

L'articolo è visionabile nel forum del PRIMITall'indirizzo: http://www.primit.it/forum/phpBB3/viewtopic.php?f=51&t=1114




20 commenti:

Anonimo ha detto...

Mi ricorda tanto "il mito della caverna"(Platone)
cordiali saluti fabrizio

-=Tanner ha detto...

Eh si, però c'è da dire che una persona presa singolarmente non può far altro che comportarsi più o meno come ironicamente descritto in questo post.. Al massimo i più "corretti" continuano a menarla ai loro amici e parenti sperando nel raggiungimento di una Massa Critica di conoscitori della problematica. Ma ribadisco, più che far questo, singolarmente, non si può. Non si riesce a discostarsi più di tanto.

Anonimo ha detto...

E si la reazione e' molto frequente.. ma mettendosi nei suoi panni (mutuo,figli da crescere e lavoro quasi sempre non gratificante)non tutti hanno la forza di reagire.. il che' significherebbe cambiare stile di vita e rischiare di mettere anche in pericolo la propria famiglia..
E' un po' come l omerta' in sicilia...
Consiglio la visione di questo filmato che ho trovato di una sincerita' disarmante e non a caso giuseppe fava e' stato ucciso una settimana dopo..
http://www.youtube.com/watch?v=jAogBSvaSyU>

Anonimo ha detto...

Scusate il link corretto http://www.youtube.com/watch?v=jAogBSvaSyU

ErSandro ha detto...

In effetti il titolo originale doveva essere "La parte peggiore di me" (ora lo aggiungo come sottotitolo).

Capisco chi ragiona in questo modo, ma proprio perché combatto tutti i giorni per darmi una svegliata non riesco a giustificarlo.

Tanner, hai ragione. Qui parlo dei singoli che non lo fanno.

Fabrizio, pensa a quanto poco siamo cambiati in più di 2000 anni.

Anonimo, il rischio c'è sempre. Avere o meno il corggio di affrontarlo dimostra se si è parte della soluzione o del paesaggio.

Alessandro

A

Zret ha detto...

E' questa la forma "mentis" della massa massificata: figurati se provi a sfiorare il tema scie chimiche, tra l'altro intersecato con il signoraggio, quanti interruttori scattano.

Ciao

ErSandro ha detto...

Lo scopo di questo post, in effetti, era quello di sottolineare la netta differenza esistente tra conoscenza e consapevolezza.

La mia parte peggiore conosce il fenomeno, ma non ne è consapevole.

Non nega, dimentica.

Saluti,
Alessandro

Sergio ha detto...

Innanzi tutto grazie per questo sito e per la tua pazienza nelle risposte in modo da descrivere i meccanismi economici e bancari. Sono totalmente ignorante in fatto di economia e di finanza ma mi sono incaponito nel voler capire il signoraggio. Una domanda. E' possibile che l'enorme quantità di denaro incamerato dalle banche grazie al reddito da signoraggio primario scompaia nel nulla, nel senso che non appaia nei loro bilanci annuali? E' possibile che la cifra corrispondente al denaro in circolazione che appare nel sito della Banca d'Italia tra le voci passive corrisponda alla voce "titoli di debito di Governi e Banche centrali" nell'attivo dei bilanci delle varie banche partecipanti al capitale della Banca d'Italia? A tal proposito ho visto il sito ufficiale di molte banche partecipanti a Bankitalia ed una in particolare (la BNL) fa esplicito riferimento a titoli emessi dallo Stato.
Grazie.
Sergio

Sergio ha detto...

Un'altra considerazione. Vorrei capire per quali motivi una banca privata partecipa al capitale della Banca d'Italia. E' possibile che lo faccia solo per "immagine"? Non mi risulta che una banca si sia mai vantata di far parte di Bankitalia, ma posso anche sbagliarmi. Se non è una questione di immagine, vorrei capire che interesse può avere la Cassa di Risparmio di San Marino. Il suo utile "ufficiale", facilmente deducibile dal bilancio di Bankitalia 2008, è stato di 7000 euro per il 2008. 7000 euro? Per una qualsiasi banca si tratta meno che di spiccioli. E la Banca del Monte di Lucca? Addirittura 384 euro di utili nel 2008!!!!!!!!!!!!!! Mi sfugge forse qualcosa? Ho sbagliato i miei calcoli? Mi prendono per scemo?
Sergio

menohopiusono ha detto...

Ciao,

complimenti per il blog che leggo ogni volta che posso. Ho sperimentato anch'io quesi comportamenti...anzi spesso va molto peggio! Ho capito che le persone, di solito, preferiscono la disonestà che consente loro di non avere consapevolezza di questo problema alla fatica che comporta l'affrontare la verità...

volevo chiederti una cosa che c'entra poco con questo post: che libro di Krishnamurti consigli a chi non ha letto ancora niente della sua opera?
Ciao, grazie.

Filippo

maurino ha detto...

sono completamente d'accordo con te sandro,pero'credo che mettere d'accordo il popolo italiano dove tutti si credono di aver ragione,sia impossibile metterli (io compreso)tutti d'accordo.l'italiano pensa solo proprio interesse personale non al collettivo e in fondo gli piace essere preso x il culo da politici banchieri giornalisti ecc...cambieranno le cose soltanto quando ci manchera'la pasta in tavola,fino a quel punto tanti,troppi pensieri discordanti,siamo solo un branco di pecore

Sergio ha detto...

Una curiosità. Dal sito del Ministero del Tesoro:
www.dt.tesoro.it/it/debito_pubblico/specialisti_titoli_stato/

Elenco degli Specialisti in Titoli di Stato
(Operatori che svolgono la funzione di market maker per cui sono sottoposti ad obblighi sostanzialmente maggiori rispetto agli altri operatori, sia in termini di sottoscrizioni nelle aste dei titoli di Stato sia in termini di negoziazione di volumi sul mercato telematico.)

A decorrere dall’11 maggio 2009, per effetto dei processi di fusione tra gruppi bancari e ai sensi
dell’art. 3 comma 3 del decreto 13 maggio 1999 n. 219, l’elenco degli Specialisti in Titoli di Stato è
composto, in ordine alfabetico, dai seguenti operatori:

- Banca IMI S.p.A.
- Barclays Bank PLC
- Bayerische Hypo und Vereinsbank AG
- BNP Paribas
- Calyon – Corp. Inv. Bank
- Citigroup Global Markets Ltd.
- Commerzbank A.G.
- Credit Suisse Securities (Europe) Ltd.
- Deutsche Bank A.G.
- Goldman Sachs Int. Bank
- HSBC France
- ING Bank N.V.
- JP Morgan Securities Ltd.
- Merrill Lynch Int.
- Morgan Stanley & Co. Int. PLC
- Monte dei Paschi di Siena Capital Services Banca per le Imprese S.p.A.
- Nomura Int. PLC
- Royal Bank of Scotland PLC
- Société Générale Inv. Banking
- UBS Ltd.

Se non sbaglio ci sono due sole banche italiane fra gli "specialisti". Io non riesco a commentare. Qualcuno vuol farlo?

Anonimo ha detto...

confermo.
Travaglio è il miglior giornalista italiano.

Anonimo ha detto...

Ho visto Travaglio mostrare un "sospetto disinteresse" nei confronti del Signoraggio, nelle domande postegli dai curiosi.
Il che mi pare strano.
Il video è sulla rete.
Anonimo

Anonimo ha detto...

non è disinteresse. E' che dovendo necessariamente dare priorità alle notizie si tralasciano i temi minori

Duster ha detto...

temi minori? stiamo parlando della truffa più grande mai messa in scena nei confronti dell'uomo, di cos'altro vuoi parlare? (delle solite minchiate politiche ovviamente!)

Anonimo ha detto...

Ciao, ti ho incrociato su primit, dove scrivo come osva2. Altro che
déjà vu, sembra che mi hai letto nella testa e poi hai copiato l'articolo!! Non so se essere felice (come si dice, mal comune mezzo gaudio) o cadere definitivamente in depressione. Ma insistiamo, la massa critica verrà ragiunta....

ErSandro ha detto...

Sergio: in effetti è difficile ricostruire la strada che prendono i soldi incassati dalla Banca Centrale. E' probabile che parte vengano eliminati dalla circolazione e parte vengano "riciclati" tramite camere di compensazione. La questione però, al contrario di quanto si possa pensare, è solo relativamente importante. Per noi popolo, infatti, non conta quanto guadagna il banchiere, ma il fatto che siamo costanetmente in debito. Per avere potere su di te non serve avere molto denaro, ma poter vantare un credito nei tuoi confronti.
Per quanto riguarda le partcipazioni nella Banca d'Italia da parte delle banche commerciali basta riflettere sul fatto che questo ente ha tra le sue funzioni caratteristiche quello di controllore dle sistema bancario. In questo caso controllore e controllato diventano la stessa persona. In più i partecipanti al capitale votano nell'assemblea e, quindi, influenzano le decisioni in merito alla politica monetaria del paese.

A te e agli altri un grazie per il supporto, ora che le ferie sono, ahimè, finite tornerò a pieno regime.

A tutti un saluto,
Alessandro

Sergio ha detto...

Sandro, grazie per la risposta. Ho visto l'elenco delle persone elette dalle banche per far parte del Consiglio Superiore Banca Italia, il quale, non dimentichiamolo, ha compiti molto importanti. Sono rimasto a dir poco sorpreso: un ingegnere, un avvocato, un docente di fisica, quattro imprenditori, un armatore, un editore, ... la prossima volta mi candido anche io.
Con la legge 262 del 28 dicembre 2005 entro il 12 gennaio 2009 la BI doveva tornare statale, ma la stessa legge non è perentoria e non prevede sanzioni, in altre parole non vincolante (infatti nulla è cambiato). Come interpretare ciò? Forse uno scontro fra poteri? E per quale motivo non viene applicata la legge? Ho anche saputo che l'IDV ha avanzato una proposta di legge per eliminare il reddito da signoraggio e distribuirlo fra coloro che sono stati danneggiati da crack bancari. Forse qualcosa si muove a poco a poco? E' lecito sperare?

ErSandro ha detto...

La speranza, come si suol dire, è l'ultima a morire, ma bisogna sempre tenere gli occhi aperti per non farsi "fregare".

Quello che mi dici dell'IDV mi suona nuovo. Come mai non ne hanno mai parlato sui media tradizionali?

Occhio anche al fatto che, spesso, quando si parla di signoraggio nelle sedi istituzionali si intende solo l'interesse percepito dalla Banca d'Italia sull'emissione di moneta che già oggi viene rigirato allo Stato. Quasi mai si parla dell'emisione di denaro dal nulla (fiat money) praticata dalla stessa BdI o dalle banche commerciali.

Per adesso ritengo che non ci sia ancora un livello di informazione sufficiente per supportare un'eventuale soluzione. Come dico sempre: prima di risolvere un problema devi sapere di averlo.

Stiamo comunque a guardare cercando, nel frattempo, di non rimanere con le mani in mano.

Un saluto,
Alessandro