Istruzioni per l'uso

Un buon modo per farsi un'idea dell'argomento trattato in questo blog è visionare il documentario "La Moneta come Debito". Per chi volesse approfondire ho stilato una breve lista di fonti sugli argomenti signoraggio/sovranità monetaria. La potete trovare nel post "Bibliografia Essenziale". L'elenco è in costante aggiornamento.

I commenti non sono moderati, siete liberi di esprimervi nel modo che ritenete più opportuno. Ognuno è responsabile del suo pensiero, io rispondo solo delle parole scritte di mio pugno.

Benvenuti,
(ersandro@gmail.com)

Prima di esprimere qualunque dubbio o giudizio vi consiglio di leggere i seguenti post. Potreste trovare le risposte alle vostre domande.

F.a.q.-Parte Prima (Le banche commerciali emettono moneta?)
F.a.q.-Parte Seconda (Da dove prende valore la moneta?)
F.a.q.-Parte Terza (Esiste una soluzione?)

martedì 13 gennaio 2009

Spirito Critico

Nella vita di ognuno esistono dei punti fermi, convinzioni che ci consentono di analizzare gli eventi dandogli la nostra unica impronta personale. Io, ad esempio, sono sicuro che non esista questione che una mente critica e curiosa non possa analizzare. E' frustrante sentire le persone a cui parlo di signoraggio rispondermi: "Ok, tutto vero e molto interessante, però la gente non lo potrebbe capire". Spesso dietro una frase di questo genere si nasconde la volontà di fare lo struzzo e di posticipare, se non evitare, una completa presa di coscienza del problema.

"Non c'è nulla che riguardi la moneta che non possa essere alla portata di una persona mediamente curiosa, diligente e intelligente. [..] Lo studio della moneta, più di ogni altro settore dell'economia, è quello in cui ci si serve della complessità per travestire la verità o per sfuggirle, non certo per rivelarla". Così parlava John K. Galbraith, premio nobel per l'economia.

Essere d'accordo con quanto affermato comporta la necessità di porsi una domanda fastidiosa e dalla risposta poco piacevole: "Se veramente gli individui hanno la capacità di sondare e comprendere certe questioni, perché non lo fanno? Perché accettano di subire soprusi e prepotenze senza reagire?"

Il rapporto schiavo-padrone si compone di due elementi che necessitano l'uno della presenza dell'altro. Le sfere del potere non potrebbero sottomettere la massa se questa, più o meno volontariamente, non glielo permettesse. Qualche tempo fa credevo che una persona messa di fronte alla Verità l'avrebbe automaticamente accettata, dato che in quanto tale essa non necessita di spiegazioni. Oggi mi rendo conto che, sebbene quanto detto sia quasi sempre vero, alla comprensione del messaggio non corrisponde una presa di posizione.

"Volere è potere". Verissimo. Purtroppo non sempre potere è volere. La cosa che spesso mi colpisce è rendermi conto che un mondo diverso potrebbe nascere domani, manca solo la volontà di attuarlo.

Ad un certo punto di Matrix Morpheus, durante una simulazione che introduce la figura degli agenti, si rivolge a Neo e, indicando la gente che si muove inconsapevole nella propria realtà fittizia, dice: "Se non sei uno di noi, sei uno di loro". Non ha senso parlare di buona fede, di vittime del sistema, di pecore inconsapevoli. Se è vero che l'unica cosa che conta sono i fatti è necessario ammettere a malincuore che gli schiavi sono miei nemici.

Quanti sono i Cypher, i traditori che pur sapendo come stanno le cose difendono il sistema ed arrivano ad ammettere come vero il paradosso per cui l'ignoranza è un bene? Si tratta di quelle persone per cui: "E' vero, le banche ci dissanguano, il sistema è fallimentare e ci porterà verso un turbine di disperazione! Però domani vado a comprarmi il televisore HD, lo pagherò con la mia carta di credito. Lo sai che se lo pago a rate mi fanno lo sconto? Pensa che figata domenica potrò vedere la partita con una tale definizione che i peli del naso di Totti non avranno segreti per me".

A volte sembra di vedere tutto nero. E' nei momenti più bui, però, che anche le piccole luci brillano intensamente. Penso che cambiare sia possibile, che lo spirito critico dell'essere umano possa rinascere a nuova vita. Il potere costituito sta cercando di cristallizzare la situazione attuale, di ostacolare l'evoluzione dell'uomo rimbambendolo con messaggi frivoli e contraddittori ad ogni piè sospinto. Ritengo che in questo modo stia preparando il terreno per la sua sconfitta. Sarà il buio artificiale da esso creato ad esaltare la scintilla del cambiamento.

Ed è a questo punto che entrano in gioco i "buoni". L'evoluzione, in una direzione o nell'altra, avverrà. La realtà è flusso ed ogni tentativo di arginarla è destinato ad un patetico fallimento. Quando si sarà verificato il cambiamento vorrei potermi guardare indietro ed essere soddisfatto per quello che ho fatto. Poter dire di aver vissuto veramente, di aver seguito la mia natura, contro tutto e contro tutti, mettendo sul banco le inutili illusioni che il sistema mi pone di fronte e che perdono di valore se messe a confronto con la bellezza di un ideale puro, questo è il mio scopo.

Non esiste ignoranza in questo senso, noi già sappiamo chi siamo. Se decidiamo di seguire le falsità del sistema la responsabilità è anche nostra. Rendersene conto è il primo passo per cambiare.

ErSandro

P.S.= vi propongo un video in cui viene mostrato uno dei modi in cui il sistema sta cercando di privare gli individui della loro innata capacità di ragionare in modo logico. E' completamente in Inglese ma penso sia abbastanza comprensibile anche per i non anglofoni. Sebbene la visione possa lasciare indignati ritengo che mostri un chiaro sintomo di decadenza della nostra società e ciò che decade, prima o poi, muore per fare posto alla novità. Voi siete pronti?

1 commento:

Alessandro Pivetti ha detto...

Blog dell'utente yt gianpinna
http://www.giannibevangoof.blogspot.com/

Pdf su tanto rumore per nulla in rosso i commenti personali.
http://files.splinder.com/b47bbaaeeb380a8f3aed6de3fd8de270.pdf