Istruzioni per l'uso

Un buon modo per farsi un'idea dell'argomento trattato in questo blog è visionare il documentario "La Moneta come Debito". Per chi volesse approfondire ho stilato una breve lista di fonti sugli argomenti signoraggio/sovranità monetaria. La potete trovare nel post "Bibliografia Essenziale". L'elenco è in costante aggiornamento.

I commenti non sono moderati, siete liberi di esprimervi nel modo che ritenete più opportuno. Ognuno è responsabile del suo pensiero, io rispondo solo delle parole scritte di mio pugno.

Benvenuti,
(ersandro@gmail.com)

Prima di esprimere qualunque dubbio o giudizio vi consiglio di leggere i seguenti post. Potreste trovare le risposte alle vostre domande.

F.a.q.-Parte Prima (Le banche commerciali emettono moneta?)
F.a.q.-Parte Seconda (Da dove prende valore la moneta?)
F.a.q.-Parte Terza (Esiste una soluzione?)

mercoledì 9 settembre 2009

Non credo capirete questo video...

Un viaggio onirico verso un mondo migliore.



E voi, lo avete capito?

P.S.= l'autore del video non sono io, ma un altro associato del PRIMIT. Lo potete trovare/contattare tramite il suo canale youtube

14 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma chi è sto Genio?? hahah che forte !

ErSandro ha detto...

(messaggio promozionale)

Per il PRIMIT solo il meglio del meglio.

Andrea Aralla ha detto...

Certo che se fosse stata una banconota da 100€ non l'avrebbe bruciata

ErSandro ha detto...

Andrea, com'era il detto napoletano?

"Scemo sì, ma fesso no."

Saluti,
Alessandro

Anonimo ha detto...

il numero di persone che ha capito il meccanismo di creazione del denaro a costo nullo da parte delle banche centrali è in aumento. Queste stampano e prestano convincendoci che il valore dei soldi dipende da una riserva, quindi una cosa rara (come l'oro o come altri soldi precedentemente creati da loro). Lo stesso vale per la creazione di moneta da parte delle banche commerciali medianate la leva finanziaria. O i trucchi della borsa. Tutte queste cose sono sempre più conosciute anche grazie al lavoro del Primit, di blogger, di prof. universitari (grazie prof. Auriti), studenti, lavoratori, persone comuni, ecc.
Questo video segue questa linea e serve per attirare l'attenzione di chi non sa ancora nulla o poco. Non so quando accadrà ma più si prende possesso di queste cose più un cambiamento diventa necessario?
Un saluto
Roberto

Anonimo ha detto...

scusate, il punto interrogativo alla fine non ci azzecca nulla! era un !
Roberto

ErSandro ha detto...

Roberto, grazie per l'intervento.

Per spostare una montagna basta prendere un sasso a testa. Anche parlarne con gli amici può essere utile.

Un saluto,
Alessandro

menohopiusono ha detto...

Fantastico! (anche per la musica, i Radiohead sono il mio gruppo preferito...)

Notevole il finale:
"Everything in its right place", quanto sarebbe bello!


Filippo

ErSandro ha detto...

Filippo, ho visto money as debt II.

Purtroppo siamo in pochi in giro per il mondo ad occuparci di queste questioni. E' interessante vedere come si arrivi ovunque alle medesime conclusioni.

Questo è un buon segno, anzi, ottimo.

Sappiamo bene che non è mai possibile rintracciare la nascita di un'innovazione. Spesso un'idea o un pensiero cominciano ad intravedersi in varie parti del mondo nello stesso momento storico per poi diventare di dominio comune.

Il video che hai portato alla mia attenzione non solo è ben realizzato, ma mi ha aiutato anche a vedere nuovi aspetti della questione monetaria.

Ti ringrazio per la segnalazione e per l'assiduità con cui mi segui.

Non molliamo.

Alessandro

Anonimo ha detto...

Si pone comunque una questione morale,
molto delicata, sulla quale mi sono trovato a riflettere. E' di ordine sociale-psicologico:
Il ragazzo porta con se una maglietta altamente identificativa del movimento primit.
Fin quando vivremo immersi in una realtà mediatica in grado di sminuire, ridicolizzare, e addirittura demonizzare un gruppo di persone che si conforma palesemente ad un movimento indossando una magliettina con qualsiasi logo "comune", si otterranno i seguenti effetti negativi:
1- Distinzione dalla massa, e quindi facilità di identificazione per mezzo di falsi stereotipi che verranno appiccicati addosso dai media ( Regola grazie alla quale chiunque oggi indossi una magliettina con l'arcobaleno e la scritta pace, viene spesso visto come un "alternativo" uno "diverso", tante volte un "comunista", e via dicendo. Stesso discorso per una maglietta con il logo di "Emergency", o qualunque altro movimento sia esso collettivo, sociale, di protesta seppur pacifica)
Bisogna vestire come tutti noi vestiamo normalmente, e dare così un segnale forte a chi ci sta accanto, e non dire "io sono del PRIMIT, quindi rinneggo il SIgnoraggio", giacchè chiunque dotato di buonsenso e intelligenza rinnegherebbe il signoraggio.
Le vere idee di cambiamento passano per la testa e le parole che scambiamo.
Ai giorni d'oggi, portare una maglietta "particolare" potrebbe non essere una scelta "ottimale".
Ecco il mio pensiero.
Non so quanto la mia idea possa essere corretta, ma la condivido con voi.
Distinti saluti.

ErSandro ha detto...

Un'opinione è un'opinione e, in quanto tale, non è né corretta né sbagliata.

Accolgo la tua e, anche se d'istinto non la condivido in pieno, ci rifletterò sopra.

Nel caso specifico mostrare di essere del PRIMIT dimostra, a differenza di molti che parlano di signoraggio a tempo perso, l'aver preso un impegno sistematico.

Non credo che il messaggio sia "sono del PRIMIT e quindi sono contro il signoraggio" quanto "io ho deciso di fare qualcosa di pratico (conferenze, volantinaggi, proiezioni, divulgazione, ecc.) e tu?"

Un saluto,
Alessandro

Anonimo ha detto...

Certo, anche io ho deciso ed agisco.
E' questo l'importante.
E continuiamo.

Anonimo ha detto...

ho trovato per caso il tuo video.pensa che io ci ho pure provato a farmi togliere la carta di credito che non mi seviva e neanche tut ora mi serve.ebbene in quello stesso istante mi sono sentito in trappolato in un sistema pazzesco. allo stesso modo di un tossico che va dal spacc a dirgli che nn si farà più.ancora di più di quella volta che con mio padre sono andato per farmi prestare soldi per aprire il mio negozietto.in realtà lì ho capito cosa era la carta di cui parli lo capito quando hanno scambiato la vita di mio padre con un kg circa di carta.ciao continuate così perchè tutti devono sapere.tutti! che la carta si fa girare il mondo ma lo distrugge pure....

ErSandro ha detto...

Giusto per fare una precisazione, quello del video non sono io, ma un altro associato del PRIMIT.

Il video linkato è presente nel suo canale youtube (http://www.youtube.com/user/vxvideos).

Ovviamente sono in linea con il suo contenuto.

Anonimo, grazie del supporto. Se credi in questa causa divulga quello che hai imparato.

Un saluto e a presto,
Alessandro