Istruzioni per l'uso

Un buon modo per farsi un'idea dell'argomento trattato in questo blog è visionare il documentario "La Moneta come Debito". Per chi volesse approfondire ho stilato una breve lista di fonti sugli argomenti signoraggio/sovranità monetaria. La potete trovare nel post "Bibliografia Essenziale". L'elenco è in costante aggiornamento.

I commenti non sono moderati, siete liberi di esprimervi nel modo che ritenete più opportuno. Ognuno è responsabile del suo pensiero, io rispondo solo delle parole scritte di mio pugno.

Benvenuti,
(ersandro@gmail.com)

Prima di esprimere qualunque dubbio o giudizio vi consiglio di leggere i seguenti post. Potreste trovare le risposte alle vostre domande.

F.a.q.-Parte Prima (Le banche commerciali emettono moneta?)
F.a.q.-Parte Seconda (Da dove prende valore la moneta?)
F.a.q.-Parte Terza (Esiste una soluzione?)

mercoledì 30 settembre 2009

Edison e Ford

(Oggi vi propongo la traduzione dell'articolo contente la famosissima citazione di Edison sull'emissione di moneta. A parlare è anche Henry Ford che, come ben sappiamo, più volte si era pronunciato riguardo al meccanismo di emissione a debito. Buona Lettura).

Perché il Governo dovrebbe pagare gli interessi ad un sistema bancario privato per l'uso della sua stessa moneta, che potrebbe emettere da solo senza interesse? Questo è esattamente ciò che i sostenitori del Credito Sociale del "Micheal" Journal si chiedono quando fanno pressione al Governo Federale affinché il nostro paese si riprenda il potere di emissione. Anche due famosi Americani, l'industriale Henry Ford (pioniere dell'industria automobilistica americana) e l'inventore Thomas A. Edson (che, nonostante abbia frequentato la scuola per soli tre mesi, è riuscito a brevettare più di 1000 invenzioni) erano d'accordo con la proposta. L'elemento che aiutò Ford ed Edison, due grandi amici, a raggiungere questa conclusione fu la loro tendenza a ragionare come ingegneri, che considerano solo i fatti e le leggi fisiche della natura, al contrario della maggior parte degli economisti, che hanno a che fare con nozioni arbitrarie che molte volte non si adattano alla realtà dei fatti.

Ford ed Edison nel 1920 (nel testo originale è riportato come data il 1928, ma si tratta di un errore che ho corretto dopo aver effettuato alcune ricerche n.d.t.) ispezionavano la centrale elettrica di Muscle Shoals, costruita sul fiume Tennessee. Furono intervistati dal New York Times che ha pubblicato queste interviste nei numeri del 4 e del 6 dicembre 1921. Queste interviste sono di seguito riportate in forma abbreviata e la lezione che insegnano è valida ancora oggi.

Senza il controllo dei Banchieri non ci sarebbero guerre

"Grazie al funzionamento di questa centrale," disse Ford, "sono possibili molte cose grandiose, una produzione di energia maggiore di quella che questo paese abbia mai conosciuto...L'elemento più importante che vedo in Muscle Shoals è la possibilità di eliminare la guerra dal mondo."

Mr. Ford fu interrogato su come ciò fosse possibile.

"In questo modo," rispose. "E' molto semplice quando si fa un'analisi. La causa di tutte le guerre è l'oro. Grazie a Muscle Shoals dobbiamo dimostrare al mondo la praticabilità e desiderabilità dell'eliminazione dell'oro come base della valuta e la sua sostituzione con il naturale ed imperituro benessere del mondo...
"L'intrinseca malignità dell'oro, in relazione alla guerra, sta nel fatto che può essere controllato. Interrompi il controllo e fermerai la guerra. L'unico modo per interrompere il controllo di questi banchieri internazionali, la strada per porre fine per sempre al loro sfruttamento dell'umanità, è di abolire l'oro come base della valuta mondiale..."

"Con cosa lo si potrebbe sostituire?" gli fu chiesto.

"Questo è il punto in cui entra in ballo Muscle Shoals," disse Mr. Ford: "guardi che spettacolo abbiamo di fronte. Un esercito di ingegneri dice che ci vorranno $40,000,000 per completare la diga. Ma il Congresso in questo periodo è di manica stretta e non è dell'umore giusto per aumentare la tassazione. L'alternativa sono titoli al 4 per cento a scadenza trentennale. L'America, il più importante Governo del mondo, quando desidera $40,000,000 per portare a termine una grande opera pubblica è obbligata a recarsi dai venditori di moneta per comprare la sua stessa valuta. Alla fine dei 30 anni non solo deve ripagare i $40,000,000 ma anche il 120 per cento di interessi, letteralmente deve pagare $88,000,000 per poter utilizzare $40,000,000 per 30 anni...Pensateci bene. Potrebbe esserci qualcosa di più infantile e antieconomico?"

Denaro governativo libero da debito

"Ora, io vedo un modo in cui il nostro Governo può completare questa grande opera senza pagare un nichelino ai venditori di moneta. E' solido come il granito e non comporta nulla di difficile. E' così semplice che, forse, le persone comuni non riescono a vederlo.
"Il Governo ha bisogno di $40,000,000. Cioè 2 milioni di banconote da 20 dollari. Il Governo dovrebbe emettere quelle banconote e con esse pagare tutte le spese collegate al completamento della diga. Con la diga completata questa potrebbe essere messa in funzione e, in un periodo di tempo più breve di quello che potreste immaginare, l'intera somma di $40,000,000 emessa potrebbe essere ritirata dal mercato grazie agli introiti generati dalla centrale."

"Ma supponiamo che un imprenditore non voglia accettare questo tipo di valuta in pagamento" gli fu obiettato.

"Non è una situazione possibile," disse Mr. Ford sorridendo. "In questo modo si arrogherebbe il diritto di governare.
"Emettere moneta nazionale, $30,000,000 per finanziare Muscle Shoals, sarebbe la cosa giusta da fare. Una volta che il metodo dell'emissione monetaria per finanziare i miglioramenti pubblici verrà provato il paese non vorrà più tornare indietro al metodo dei titoli..."

"Quindi ecco (Henry) Ford che ci propone di finanziare Muscle Shoals con un'emissione di valuta invece che di titoli. Molto bene, supponiamo che il Congresso segua la sua proposta. Personalmente non ritengo che il Congresso abbia immaginazione a sufficienza per farlo, ma supponiamo che lo faccia. La somma necessaria viene autorizzata - diciamo $30 milioni. Le banconote vengono emesse direttamente dal Governo, come dovrebbe accadere per tutta la moneta.
"Al momento del pagamento gli operai ricevono queste banconote degli Stati Uniti. A parte il fatto che le banconote potrebbero riportare il simbolo di una diga invece che di una ferrovia ed una nave, come accade per alcune banconote della Federal Reserve, sarebbero uguali a qualunque altra valuta messa in circolazione dal Governo; sarebbero moneta a tutti gli effetti.
"Si baserebbero sul benessere pubblico già presente in Muscle Shoals; verrebbero ritirate attraverso gli incassi della diga. E' così, la popolazione degli Stati Uniti avrebbe a disposizione tutto quello che immette dentro Muscle Shoals e tutto quello che può trarne per secoli...l'infinita energia produttrice di benessere del fiume Tennessee...senza tasse e senza aumento del debito pubblico."

"Ma supponiamo che il Congresso non se ne renda conto, cosa succederebbe allora?" Fu chiesto ad Edison.

"Il Congresso dovrebbe tornare al vecchio modo di fare affari. Dovrebbe autorizzare un'emissione di titoli. Dovrebbe recarsi dai mercanti di moneta per chiedere un quantitativo di valuta nazionale sufficiente a portare a termine un'opera che è una grande risorsa per il paese, e noi saremmo costretti a pagare l'interesse ai mercanti di moneta per l'utilizzo del nostro stesso denaro.
"Con il vecchio metodo ogni volta che desideriamo aumentare il benessere nazionale siamo costretti ad aumentare il debito nazionale.
"Questo è ciò che Henry Ford vuole prevenire. Lui pensa che sia stupido, e lo penso anche io, che per un prestito di 30 milioni della sua stessa moneta, la popolazione degli Stati Uniti debba essere costretta a pagare 66 milioni - questa è la cifra contando anche l'interesse. Persone che non scaveranno neanche una palata di terra né contribuiranno per un'oncia di materiale raccoglieranno dagli Stati Uniti più denaro di quanto raccoglieranno le persone che forniscono materie prime e lavoro.
"Questa è la cosa terribile degli interessi. In tutte le nostre grandi emissioni di titoli l'interesse è sempre maggiore del capitale. Tutte le nostre grandi opere pubbliche costano più del doppio del loro costo effettivo. Ma il punto è questo.
"Se la nostra nazione può emettere un titolo di debito da un dollaro allora può emettere una banconota da un dollaro. Ciò che rende valido il titolo rende valida anche la banconota. La differenza tra il titolo di debito e la banconota è che il titolo permette ai mercanti di moneta di raccogliere il doppio dell'ammontare del titolo più un 20 per cento addizionale, mentre la valuta paga solo quelli che contribuiscono direttamente a Muscle Shoals in modo utile...
"E' assurdo dire che il nostro paese può emettere $30 milioni in titoli e non $30 milioni in valuta. Entrambe sono promesse di pagamento, ma una ingrassa gli usurai e l'altra aiuta la popolazione. Se la valuta emessa dal Governo non fosse valida allora non sarebbero validi neanche i titoli di debito. Quando il Governo, per incrementare il benessere dalla nazione, si deve indebitare e sopportare il rovinoso pagamento di interessi a vantaggio di uomini che controllano il valore fittizio dell'oro si viene a creare una situazione terribile."

Nessun commento: